25, 26 novembre 2020

24, 25 febbraio 2021

21, 22 aprile 2021

dalle 14:00 alle 18:00, 4 ore per entrambi i giorni

Il progetto sarà il Similium Popular, studio tecnico pratico dei similium e riconoscimento piante e caratteristiche simili tra umani e natura.

 

Similia similibus curantur (o la meno ricorrente similia similibus curentur) è una locuzione latina, che, tradotta letteralmente, significa «i simili si curino coi simili».

 

Già Paracelso nel Cinquecento aveva sostenuto, nel suo Paragranum, che «nessuna malattia può guarire per contrapposizione, ma solo grazie al suo simile», principio che sfruttò tramite preparazioni alchemiche in grado di convertire il veleno in medicamento.

 

«Gli elementi non sono malati, è il corpo a cadere malato. Così lo scorpione cura il suo scorpione; l’arsenico il suo arsenico; il mercurio il suo mercurio; il cuore il suo cuore.»

(Paracelso, Opus paragranum, 1529)

 

Anche secondo Edward Bach, seguace dell’omeopatia e fondatore a sua volta della floriterapia ispirata a principi affini,

 

«Tutta la guarigione che non origina dall’interno è nociva, e la cura apparente ottenuta solo tramite metodi materialistici, ottenuta solo tramite l’azione di altri, senza l’aiuto di se stessi, può portare certamente sollievo fisico, ma danneggia la nostra natura più alta, poiché la lezione non è stata appresa e il difetto non è stato sradicato.»

 

Ogni giorno ha il valore di 200 euro ciascuno cui bisogna aggiungere iva per la fatturazione.

 

 

Seminario 2 gg 400 euro.

 

 

Grazie

 

Contatti

michelachiarelli621@gmail.com

Whatapp 3490644265

prenotazione obbligatoria a numero contenuto

con adeguamenti secondo decreto legge anti diffusione Covid 19