Se il nostro cuore è il luogo magico in cui accogliamo l’aiuto che è richiesto, Madre Natura è la Dea che ci ospita nel suo cuore, tenendoci al sicuro e donandoci vite prospere.

La sua natura è mutevole come il cielo in autunno, il suo calore è potente come il sole d’estate, le sue lacrime sono copiose come le pioggie primaverili, i suoi respiri sono forti come i mille venti che ne accarezzano il corpo in inverno!

 

Dalla semina alla spiga, dal chicco alla farina, la macinatura: agosto/settembre, la Dea ha finalmente generato la materia prima per la prosperità e la vita di tutti, anziana condivide i frutti del suo lavoro insieme ai suoi figli.

E così agricoltura e Magia si abbracciano, creando i cicli della natura: le stagioni. Vita e morte, rinascita, fortuna, successo, riuscita.

 

Oggi  di Secunda, si sa che è il giorno di passaggio dalla luce e dalla vitalità estiva alla morte e al sonno dell’autunno e dell’inverno.

Queste origini però non sono solo riconducibili al mito di Persefone che è rapita da Ade e condotta negli inferi (regno dei morti…)

Ha origini più antiche.

I miti Pré Olimpici dicono chiaramente che Persefone scelse di abitare il regno degli Spiriti perchè nessuno si occupava delle anime in pena, lei scelse di fare loro da guida e di condurli al riposo eterno, alla rigenerazione nella nuova vita.

Prima di partire raccolse tre covoni di grano e prese con sé una lanterna.

Questi Sono I Simboli Di Questo Giorno

Quando essa varcò le soglie di quel mondo, la terra riposò all’esterno, ma l’interno si illuminò e prese vita divenendo Fertile! Così nacquero le fasi invernali, periodi nei quali la gente riposava e si dedicava ai riti d’amore e di vitale accoppiamento in offerta alla Dea.

Col passare del tempo la popolazione perse questi antichi usi e per scaramanzia, modificò i suoi riti.

Cominciò a cercare di ritrarre La Dea, spargendo ciò che aveva portato con sé quando partì: il grano.

Grano che germogliò e dette origine a nuova vita sul suolo terrestre. Così nacque l’agricoltura.

Da allora fino a qualche centinaio di anni fa, questa ricorrenza era chiamata Secunda la festa del secondo raccolto.

Momento in cui dopo il raccolto, le donne potevano prepararsi all’inverno di gestazione, così come Madre Natura che, dall’ingresso di Persefone nelle sue profondità, ne divenne madre e custode, rimanendo gravida della stessa Dea.

( Avvenne solo in un secondo momento che nella tradizione il seme divenne il Dio o figlio e Divenne maschio per ovvi e cruciali motivi.)

Era Il Tempo Per Le Donne

Di Essere Gravide Di Vita…

Era Il Tempo In Cui Il Seme Fecondava La Terra.

Questo E’ IL Potere Di Secunda

 

Procurate:

Candele d’oro e d’argento

Fiori di campo e grano (Offerti in ringraziamento alla Dea e al Dio che nasce in lei)

Indossate granati, ambra, topazio imperiale

 

I mesi di autunno e inverno che affronteremo, serviranno per mettere in forza le proprie idee e le proprie energie.

Per farle poi rinascere in Primavera!

Le attività che partono in questo periodo sono ricchissime e apportano benessere.

 

Michela Chiarelli @

 

dal mio libro Il Sacro della Luna Cerimonie e Riti Lunari di Michela Chiarelli