Meraviglia, Natura che si esprime, gioia dell’osservatore.

In questo periodo dal 21 gennaio le nostre energie sono risvegliate, dalla Sacra Betulla incontriamo lo Spirito del Sorbo, il legno del comando da cui si estraggono le bacchette magiche più potenti, il sorbo degli uccellatori, aiuta a trovare il nostro centro, quello non sottoposto alle limitazioni di spazio e tempo.

Sacro alle popolazioni Celtiche il Sorbo veniva piantato a Protezione delle dimore di queste popolazioni.

Albero sacro, porta dell’altro mondo, permetteva il passaggio agli spiriti, una porta, l’accesso al Grande Utero della Dea Madre.

Tutto dell’albero era intriso di mistero e Magia.

I suoi rami erano decorazioni per le case, i suoi frutti rossi simili a meline ricordano l’antico Potere.

Questo meraviglioso Spirito ci incoraggia a scoprire la gioia del vivere nell’eterno presente e a relazionarci in modo equilibrato con il passato e il futuro.

Nell’alfabeto Ogham il sorbo è simbolo di rinascita e protezione contro la negatività.

Aiuta contro gli attacchi magici e la negatività, l’invidia e la gelosia e protegge anche dalla paura.

E’ utile per ricavare discernimento ed ispirazione per le nostre azioni.

Prendetene un po’ con rispetto e portatelo con voi come talismano insieme a un po’ di lana di pecora e filo rosso efficace contro gli spiriti del male, dice un antico proverbio:

“sorbo selvatico, lana e filo rosso fan correr le streghe a più non posso”.

L’animale totemico a lui collegato è il MERLO.

I nostri Avi lo consideravano l’albero dell’Aurora dell’anno, in cui cadeva la “festa del latte” (Imbolc), poiché la celebrazione coincide con il primo fiorire del latte nelle mammelle delle pecore, circa un mese prima della stagione della nascita degli agnelli.

Il Sorbo facilita lo stare nel particolare con misura, senza perdere il senso dell’infinito.

Promuove la scoperta della nostra vocazione incentivando così la sua attuazione.

Sacro Spirito del Sorbo aiutami a trovare e rinforzare il mio centro.

PREGHIERA

Fammi scoprire la gioia di vivere nell’eterno presente.

Insegnami a staccarmi dal vivere nel passato o nel futuro.

Fa che io possa entrare in uno stato meditativo 
trovare e seguire la mia vocazione.

Si possa rinforzare il mio dinamismo.

Aprire e attivare il terzo chakra sviluppare forza, possa io essere indomita, energia pura e potenza lucente.

Grazie

Michela Chiarelli ©

Foto di Tanya Gervasi