Il Matrimonio Celtico, ne celebro da molti anni… Ho unito molte coppie e tendo a proteggere immagini e video delle stesse.

Il mio cuore è il tuo cuore, il mio respiro il tuo respiro, l’eternità innanzi a noi si ferma e oggi rinasciamo insieme. Con queste mani prendo le tue, con il mio cuore amo il tuo cuore… questo Io Celebro nelle cerimonie sacre.

 

Il matrimonio celtico è un rito molto antico e la sua storia risale all’epoca dei Druidi.
La celebrazione del rito celtico dovrebbe verificarsi in primavera (stagione particolarmente legata al rinnovarsi della vita e, quindi, di buon auspicio), durante la luna crescente o piena, al tramonto o dopo il tramonto. Un’altra data particolarmente propizia è la notte tra il 30 aprile e il 1 maggio, durante la quale si celebra la festa di Beltane, dea della fecondità. Altrimenti, una data di rilevanza astronomica, come il solstizio d’estate o d’inverno, l’equinozio di primavera o quello d’autunno.

 

La cerimonia celtica ha, dal 2000, un valore legale a livello civile: il DPR n. 396 del 3 novembre 2000 all’articolo 1, comma 3.
Per il ricevimento del giuramento di cui all’articolo 10 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, e per la celebrazione del matrimonio, le funzioni di ufficiale dello stato civile possono essere delegate anche a uno o più consiglieri o assessori comunali o a cittadini italiani che hanno i requisiti per la elezione a consigliere comunale”.
Quindi qualunque cittadino eleggibile può celebrarlo”.
Così potrete far celebrare il vostro matrimonio all’amico o all’amica del cuore, druido o meno che sia…

 

IL RITUALE
Gli sposi, dopo aver intrecciato una corda di colore bianco e rosso (che rappresenta l’unione e la parità del lato maschile e di quello femminile), recitano la promessa d’amore, dopodichè i testimoni (il miglior amico dello sposo per la sposa, e la migliore amica della sposa per lo sposo), manifestano la propria benedizione per la coppia. 
Dopo lo scambio delle fedi (che non sono d’oro, ma sono un semplice laccio rosso che gli sposi si legano l’un l’altra ai polsi), si passa al ricevimento vero e proprio, che deve essere sontuoso.
In questo caso sposi e invitati, a suon di musica, si esibiscono in danze circolari, tipiche della cultura celtica.
Molto spesso inoltre, per il ricevimento, si sceglie il suono dolce dell’arpa celtica, strumento tipico di questo tipo di matrimonio.

Scopri di più QUI