Cara Michela,

ho letto i tuoi ultimi articoli,  tra Divinità e Religioni: Il Sacrol’uomo, Buddhismo, i Kami, Hinduismo, ShintoismoLa via del loto e Utsurobune.

Penso che siano la dimostrazione di come tutte le religioni si riferiscono allo stesso Dio, di come le separazioni in realtà non esistono. Di come hai scritto che ‘ Dio e’ uno ma lo chiamiamo in mille modi’.
Penso che siano un tentativo di fare andare oltre le separazioni e di fare notare i collegamenti, le somiglianze che accomunano non solo le religioni ma anche i miti, le leggende, le storie.

Alcune cose si ripetono, si ritrovano con nomi diversi ma con le stesse caratteristiche.

Inoltre in tutto questo emerge preponderante l’importanza nell’esperienza spirituale e religiosa di Madre Natura, universale spirito che tutto pervade e senza la quale non potremmo esistere.  Credo che siano degli articoli per approfondire, per capire la complessità  e la complementarietà.

 

Mahatma Gandhi ha detto ” Tutte le religioni sono vere” . Egli credeva nell’essenziale unità dell’essere umano e quindi di tutto quello che vive. Per questo credeva che se una persona progredisce spiritualmente, il mondo intero progredisce con lui.

Di Gandhi voglio ricordare la frase che meglio di tutte racchiude il senso più autentico della religione:

” E’ mia convinzione che tutte le grandi fedi del mondo sono vere, sono stabilite da Dio e servono lo scopo di Dio e di coloro che sono stati educati in quegli ambienti e in quelle fedi. Non credo che verrà mai il momento in cui potremo dire che vi è una sola religione nel mondo. In un certo senso, anche oggi vi è nel mondo una sola religione fondamentale. Ma in natura non esiste la linea retta. La religione è un albero con molti rami, si può dire  che le religioni sono molte, ma in quanto albero, la religione è una sola. Nessuno, nemmeno per un istante, concepisca il timore che lo studio reverente delle altre religioni possa verosimilmente indebolire e scuotere  la fede nella propria. Il sistema filosofico indù ritiene che tutte le religioni contengono in sè gli elementi della verità e raccomanda un atteggiamento di stima e reverenza per tutte.  Questo naturalmente presuppone rispetto per la propria religione. Lo studio e la considerazione di altre religioni non provoca necessariamente un indebolimento di tale rispetto; dovrebbe significare estensione di rispetto alle altre religioni.  Credo nella fondamentale verità di tutte  le grandi religioni del mondo. Credo che tutte siano date da Dio e credo che siano state necessarie al popolo al quale furono rivelate. E credo che, se solo tutti noi potessimo leggere i libri sacri delle diverse fedi dal punto di vista dei seguaci  di queste fedi, scopriremo che infondo sono tutte eguali e si aiutano l’un l’altra”.  (Antiche come le montagne, Gandhi)

 

a Michela con gratitudine

Cristina Carrara