Solstizio d’estate

 

Solstizio d’estate

 

Inizio a guardare bene, con altri occhi ciò che mi circonda: come il Sole, la mia mente fa luce e si rischiara; trovo la bellezza delle piccole cose, dei gesti gentili e delle parole sussurrate che parlano d’amore.

Trovo la bellezza nell’essere me stessa e ogni minuto ringrazio per essere qui e ora. Ogni oggetto, ogni essere vivente ha in sè un potere, una vibrazione che posso sentire concentrandomi e ascoltando.

 

Essenza Patchouli, Verbena, Zenzero

Inalando questo bouquet di essenze si percepisce un canale che dalle nostre narici, va verso l’alto, verso la fronte. La sensazione che emana è quella di un’espansione, un’energia che dal centro della fronte si espande e la mente si concede un’apertura, come se un pò di luce venisse a illuminare una stanza buia.

Le note della verbena, per me essenza della notte riflessiva e protettiva mi donano la pacatezza mentale necessaria per dare la possibilità al caloroso patchouli e al dorato zenzero, di esplodere in una scintilla di luce e di fuoco.

 

 

 Rituale per il Solstizio d’estate

Una candela

Fiori gialli

Topazio imperiale o quarzo giallo

Salvia

Rame

Abito giallo o scialle

A piedi scalzi dirigetevi su una spiaggia assolata

Indossate il vostro abito

Raccogliete fiori gialli

Indossate il topazio

Tenete fra le mani il rame chiedete di poter prosperare

Ripetere:

Imbus Grèin

Sole Fammi Prosperare.

 

dal  Il Sacro ritmo del Sole di Michela Chiarelli©

 

Grazie

Michela Chiarelli

2019-06-20T17:11:27+00:00