Trebisacce-23/10/2009: Michela Chiarelli in “Favolisticamente Magia”

Articolo pubblicato da Franco Lofrano (giornalista e pubblicista)

Michela Chiarelli è stata alunna dell’Istituto Tecnico “G. Filangieri” di Trebisacce, un po’ di anni fa, dove insegno Economia Aziendale, ormai da anni. Non mi viene difficile ricordarmi di Michela tra i banchi, anche se solitamente accade che sono più gli studenti a ricordarsi degli insegnanti e non viceversa. Per Michela la memoria rimane lucida e la ricordo educata, ben curata, impegnata nello studio, solare, disponibile al dialogo con le compagne di classe e corretta nel rapportarsi con i docenti, ma anche con interessi musicali e la sua ugola d’oro e le sue originali composizioni non si dimenticano facilmente. Sapevo e intuivo che sarebbero esplosi, prima o poi, la sua energia e il suo talento uniti alla determinazione caratteriale. L’uscita del suo libro “Favolisticamente Magia”mi ha incuriosito, ma non sorpreso, tanto da leggerlo subito e senza interruzioni, perché catturato dai suoi racconti, dal suo modo elegante di porgere il sapere e dalla sua arte di comunicare con semplicità ed efficacia. Raggiungere con se stessi un equilibrio accettabile è di per se stesso una conquista. Quante volte attraversiamo momenti di scoraggiamento che ci fanno vedere tutto il mondo nero al punto di non volersi fidare di nessuno. In un attimo azzeriamo e rifiutiamo quanto abbiamo negli anni costruito. E’ la mente ci condiziona e non riusciamo a vedere e pensare diversamente e navighiamo verso la distruzione di noi stessi non accettando nulla,neppure ciò che gli altri percepiscono e che di noi amano. Eppure per un fatto culturale e naturale si trova il coraggio di rialzarsi e di camminare correndo incontro ad un nuovo giorno fatto di nuova speranza. La tristezza ci pervade, la sofferenza ci accompagna nel quotidiano, le difficoltà nel risolvere i problemi prevalgono sulla razionalità e il possibile disequilibrio psico-fisico si fa strada e penetra forte annientando la nostra volontà. L’esperienza maturata da Eriche Alchimilla è la luce che ci illumina, basta seguirla e applicare con diligenza le sue regole antiche che la saggia nonna le ha trasmesso e con la capacità e l’energia che Eriche trasmette, la magia penetra in noi ribaltando tutte le negatività in energia positiva tale che la nostra naturale forza muta il pensiero restituendoci quell’equilibrio capace di dominare i nostri pensieri e le nostre azioni in positivo per la nostra esistenza. Quando si è in equilibrio tutto ha un sapore diverso e tutto acquista un significato, anche le piccole cose a cui guardiamo con superficialità. E se siamo gioiosi e riusciamo a guardare il prossimo con fiducia e ogni posto ci sembra bellissimo e vivibile, la magia si è compiuta, siamo felici ed è quanto ci propone Eriche con il suo libro, per vivere bene il nostro momento nel nostro mondo.

Franco Lofrano

Grazie